TRIPADVISOR ENTRA IN CUCINATripAdvisor entra in cucina, o meglio, al ristorante. Attraverso la piattaforma TheFork, il sito di recensioni di viaggi più famoso del mondo attiva anche in Italia il servizio di prenotazione online e mobile dei ristoranti, già

TRIPADVISOR ENTRA IN CUCINATripAdvisor entra in cucina, o meglio, al ristorante. Attraverso la piattaforma TheFork, il sito di recensioni di viaggi più famoso del mondo attiva anche in Italia il servizio di prenotazione online e mobile dei ristoranti, già

Condividi

TripAdvisor entra in cucina, o meglio, al ristorante. Attraverso la piattaforma TheFork, il sito di recensioni di viaggi più famoso del mondo attiva anche in Italia il servizio di prenotazione online e mobile dei ristoranti, già operativo in Francia, Belgio e Svizzera con il nome di “lafourchette”, e in Spagna come “eltendor” (da notare come solo nel Belpaese la moda esterofila “consenta”, se non consigli addirittura, di usare la traduzione inglese al posto della parola forchetta, persino quando, in un campo come quello della tavola, per ovvie ragioni di primato e tradizione dovrebbe prevalere l’orgoglio di patria. Ma questa è un’altra storia..).

Diretta dal management di “Lafourchette” (brand che TripAdvisor ha acquisito a maggio), la piattaforma dedicata al foodservice ha già una rete di 5mila ristoranti prenotabili in Italia con pochi click: dall’indirizzo www.thefork.it , attraverso l’applicazione TheFork per Apple e Android o direttamente sul sito di TripAdvisor.

L’uso di TheFork consente la selezione del locale in base a diversi criteri: zona, prezzo, disponibilità, tipo di cucina e, naturalmente, recensioni degli altri clienti (facoltà riservata solo a coloro che hanno già prenotato). Naturalmente è anche possibile visionare i menu, usufruire di offerte speciali e sconti alla cassa (senza bisogno di coupon) e guadagnare punti fedeltà.

Il servizio è gratuito per chi prenota mentre è previsto un costo per i ristoranti, variabile a seconda della tipologia di locale e dei prezzi che pratica ai clienti. Buona l’accoglienza delle principali associazioni di categoria del settore, Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi ) eApci (Associazione professionale cuochi italiani).

 “Se il digitale è il futuro”, ha detto la numero uno dell’associazione degli chef, “ogni ristorante dovrebbe avere un sito efficace e ben posizionato nei motori di ricerca, un’app mobile e un sistema di prenotazione online. Tutto ciò è spesso al di fuori delle competenze dei cuochi e ristoratori, nonché economicamente complicato. Per questo abbiamo abbracciato la piattaforma, che permette di gestire le prenotazioni di sfruttare il passaparola digitale e offrire un servizio oggi imprescindibile ai potenziali clienti”.